UNA STORIA TOSCANA...DAL 1971

23/06/15, antinori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Ho 76 anni, sono a capo dell’azienda da 49, porto un cognome che esiste da almeno sette secoli.

Più o meno da allora è un cognome legato al vino… e ancora oggi,

mentre in vigna inizia a lavorare la ventisettesima generazione della famiglia e

mentre in cantina è pronta l’annata 2012,

ecco, oggi, vorrei che questa fosse la storia di un luogo e di un vino,

che portano lo stesso nome.

E vorrei che questa potesse essere  anche, in qualche modo, la storia di come nasce e matura ogni grande vino”.

Piero Antinori

 

Con queste parole, il Marchese Piero Antinori introduce il suo libro dedicato al Tignanello, il vino che l’autorevole rivista americana Wine Spectator ha definito “the most influential wine in the history of Italy”. Un vino rivoluzionario sia in Italia sia all’estero che ancora oggi, dopo oltre quarant’anni, è una delle etichette italiane più conosciute nel mondo.

L’idea, le persone, i luoghi e la genesi di un vino unico. Parole appassionate accompagnate da splendide immagini: “Tignanello. Una storia toscana”, in uscita nelle librerie, è un viaggio nella memoria del Marchese Piero Antinori.

Una storia raccontata in prima persona che inizia nel 1971, anno di nascita del Tignanello, frutto di scelte tanto audaci quanto innovative: per la prima volta viene superato il disciplinare della zona, si utilizza la fermentazione malolattica e si passa all’invecchiamento in barriques. Un vino dal cuore Toscano, universalmente considerato  “l’artefice del Rinascimento dei vini italiani”, poiché ha segnato il nuovo corso enologico italiano.

Un’icona, un simbolo. Un’eccellenza ripercorsa dalle parole del Marchese Piero Antinori, l’anima di una delle più storiche famiglie del vino.